Palazzo degli Elefanti

Il Palazzo degli Elefanti, già Palazzo del Senato e attuale Municipio della Città di Catania, sorge sul lato Nord di Piazza Duomo.

Fu costruito dopo il violento terremoto del 1693 e sul progetto lavorarono diversi architetti tra cui Giovan Battista Longobardo, le facciate sud – est e ovest furono realizzate da Giovan Battista Vaccarini mentre quella nord da Carmelo Battaglia.
 
All’interno del palazzo esiste un cortile quadrangolare con i portici su due lati. Nell’androne del palazzo vengono custodite due carrozze del Settecento (chiamate “Carrozze del Senato”) che vengono usate durante i festeggiamenti di Sant’Agata per portare il sindaco alla chiesa di Sant’Agata alla Fornace in occasione della processione di giorno 3 Febbraio. Nel salone d’onore al primo piano sono conservati dipinti del pittore catanese Giuseppe Sciuti.
 
Palazzo degli Elefanti è stato protagonista di un gravoso incendio avvenuto il 14 dicembre 1944, a seguito di tumulti popolari, dove andarono persi i preziosi archivi storici del comune. Dopo l’incendio le sale interne vennero nuovamente arredate nello stile originario ed il palazzo venne riaperto il 14 Dicembre 1952 (anniversario dell’incendio).